Sei ettari di terreno, 2,2 milioni di euro di investimento, 3000 nuovi alberi e piante. Sono i numeri dell’iniziativa “Abbraccia un albero, dai vita ad un bosco” promossa da Unicoop Firenze, che mira a creare a Montopoli, in un’area lungo la Firenze-Pisa-Livorno precedentemente occupata da un allevamento di suini, il primo bosco bio-sostenibile d’Italia realizzato su un ex terreno industriale.

Il bosco sarà “bio”, in quanto incubatore di diversità naturalistica, e sarà sostenibile per l’assorbimento di anidride carbonica, ma anche perché sarà un modello funzionante di “polmone verde” con una proporzione tra costi e benefici della piantagione ripetibili nel tempo e nel territorio. Un esperimento sul campo, insomma, di quanto si possa fare per cercare di salvare il Pianeta piantando alberi. In 10 anni si stima che le 3mila piante saranno in grado di assorbire 170 tonnellate di Co2. Numeri che andranno esponenzialmente ad aumentare: le tonnellate di Co2 assorbite saranno 600 a 20 anni e 1400 a 30 anni.

La campagna è sostenuta anche dal Comune di Scandicci e dalla Fiera di Scandicci. All’interno della Fiera, infatti, lo stand Unicoop Firenze sarà dedicato al progetto Abbraccia un albero, Dai Vita ad un Bosco, e il 12 ottobre è previsto un incontro con il neurobiologo vegetale Stefano Mancuso, che supervisione il progetto del biobosco di Montopoli (ore 18, Centro Rogers).

Scandicci fiera fanpage

Partner

Media Partner

Ultime notizie

Hai bisogno di informazioni?
Contattaci

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per gestire alcune funzionalità tecniche. Chiudendo questo banner o cliccando il tasto “accetta e chiudi” acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi sapere di più o negare il consenso ad alcuni cookie Leggi l’informativa.